Benvenuti nell’Ospedale Virtuale di ParkinZone Onlus!

 

Nei giorni dell’emergenza COVID-19, ParkinZone Onlus ha trasformato tutte le attività dedicate alle persone con Parkinson e ai caregiver in classi virtuali, creando un innovativo progetto di medicina partecipativa al fine di tener vive le relazioni, l’interazione e lo scambio tra medici e pazienti. Con l’aiuto degli stessi pazienti, protagonisti anche della realizzazione tecnica, è così nato l'”Ospedale Virtuale” di ParkinZone Onlus. Il termine ospedale viene da hospitalia, cioé le stanze dedicate agli ospiti, e in queste attività auspichiamo che ognuno si possa sentire bene accolto e a suo agio.  In fondo alla pagina ci sono le descrizioni di ciascuna attività proposta.

Come partecipare alle attività comodamente da casa tua:  

Per collegarsi è necessaria  l’applicazione Zoom nella quale inserire il numero della stanza (meeting ID) e la password che riceverete compilando solo la prima volta questo form.
In caso di necessità per installare zoom clicca qui (video tutorial)

Nella tabellina dei programmi, qui sotto, si vedono gli appuntamenti della settimana e i loro orari di inizio. Per accedere alla sessione online che preferisci, clicca sulla parte blu della casellina oppure digita in Zoom il numeretto (meeting-id) contenuto nella casellina (meglio attivare il collegamento 10 minuti prima dell’orario di inizio).
Per accedere senza installare Zoom cliccare qui , poi scrivere il proprio nome, poi barrare “non sono un robot” e cliccare su “entra”
E’ possibile rivedere alcune registrazioni sul nostro canale YouTube, cliccando qui

Richiedi qui la password  per accedere alle stanze (solo la prima volta).


Scopri tutte le attività dell'Ospedale Virtuale:

QUESTION TIME (QT)
Con il dr. Nicola Modugno. Domande e risposte tra pazienti ed esperti legate alla malattia di Parkinson, ma anche interessanti dibattiti con diversi professionisti su vari argomenti, dai sintomi alle terapie, dai disturbi cognitivi all’alimentazione. L’idea, già sperimentata dal vivo in occasione delle Sail4Parkinson, nasce dal concetto di discussione libera in un rapporto diretto tra pazienti e medici.  Il QT cerca di favorire l’incontro online tra i membri della comunità Parkinson, con l’obiettivo di affrontare e discutere argomenti di comune interesse all’interno di un contesto informale e partecipativo. Tra i temi trattati: creatività e Parkinson, ruolo della fisioterapia, mindfulness e stress, problemi intestinali e microbiota, disturbi della vista, Parkinson avanzato e terapie correlate, chirurgia del Parkinson, disturbi del controllo degli impulsi, genetica del Parkinson, teatro, danza, nutrizione.

DANCE WELL (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
Dance Well promuove la pratica della danza inclusiva in contesti artistici e spazi museali. Abbiamo deciso di continuare con una lezione settimanale on line per poter dare a tutti la possibilità di danzare. La pratica costante di dance well aiuta a migliorare il senso del ritmo, dell’equilibrio, del movimento, sviluppa la creatività ed esplora nuove forme di espressione per migliorare la qualità della vita. Le nostre insegnanti si alterneranno per condividere, attraverso le lezioni on-line, tutte quelle pratiche di movimento che ci porteranno a danzare insieme seppur distanti.

SOFT PILATES
Con Elena Berti. Una ginnastica dolce e progressiva con i principi del Pilates. Movimenti ed esercizi praticabili sia da seduti che in piedi finalizzati al rinforzo della muscolatura profonda per il miglioramento della postura, dell’equilibrio e della propriocezione corporea, abbinati ad una respirazione consapevole. La lezione integra i principi ed il metodo Pilates con i movimenti eleganti della danza, adattandoli alla realtà del Parkinson.

FELDENKRAIS
Con Beatrice Porru, un laboratorio in cui si sperimenta l’applicazione del metodo Feldenkrais. Il metodo Feldenkrais propone una lavoro sul movimento fondato sulla profonda relazione mente corpo. Feldenkrais, lo scienziato che ha creato il metodo, ha denominato queste lezioni Consapevolezza Attraverso il Movimento® poichè la consapevolezza, ovvero il muoversi con attenzione, costituisce la chiave di accesso ai centri nervosi della postura, del movimento, della percezione e li apre al cambiamento. In queste lezioni si impara a ridurre lo sforzo e ad usare al meglio la propria forza, a bilanciare il lavoro dei muscoli e a liberare le articolazioni ampliando la coordinazione e la partecipazione di tutto il corpo nel movimento. Il risultato è sorprendente, già dal primo momento si percepisce un senso di maggiore leggerezza, di equilibrio e profondo benessere sia fisico che mentale.

NON E’ VOLARE (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
“Non è volare” è il  più longevo laboratorio creato da ParKinzone a sostegno della terapia medica. Con “ Non è volare” Parkinzone si è fatta conoscere nel mondo accademico, vincendo le ritrosie di moltissimi neurologi che hanno visto quanto e come  un lavoro continuativo nel campo teatrale possa a tutti gli effetti aiutare chi vi si applichi sistematicamente, nella socialità, nell’umore, nell’autostima e soprattutto nel rapporto con terzi. Questo è un laboratorio dedicato specificatamente al teatro esercitando la corporeità, il movimento, l’azione, la voce, la parola, la relazione in situazione nei limiti del mezzo (se in presenza o on-line). Si richiede una frequentazione stabile e non saltuaria. La dimensione di gruppo costituisce un contesto piacevole e motivante in grado di stimolare e rispecchiare i percorsi individuali. L’ingresso nel gruppo è da concordare con i docenti, previa comunicazione via mail, o tramite il laboratorio Welcome.
Il laboratorio è curato dagli operatori “TeatroCorpoVoce” (*)

PROGETTO WELCOME
WELCOME è un appuntamento settimanale della durata di due ore nel quale insieme con voi tratteremo volta per volta un argomento inerente al mondo del teatro. Non è un laboratorio e non chiede una frequenza continuativa. Lo seguirete quando potete; quando vi va, se vi va, se non ti va non lo fa’ ma se ti va vieni qua. WELCOME è uno spazio per divertirci con giochi teatrali, analisi del movimento scenico, informazioni su commedie conosciute e non, lettura di testi, scrittura di brevi dialoghi, esercizi di dizione e il tutto e di più che nell’ambito interpretativo potrà incuriosirci, stimolarci e “spostarci” per due ore in una dimensione più leggera.
Il laboratorio è curato dagli operatori “TeatroCorpoVoce” (*)

(*) Il gruppo di docenti “TeatroCorpoVoce” è uno staff consolidato formato da una equipe di attori/registi e danzatori/coreografi che negli anni ha sviluppato una metodologia di lavoro che integra Teatro/Voce e Danza/Movimento e che, per i gruppi stabili, prevede un incontro mensile di ascolto psicologico.

TISANA
La TiSana è un momento per condividere alla pari, esclusivamente tra pazienti, le esperienze della nostra vita, le nostre idee e anche la nostra condizione di malati di Parkinson. Come se stessimo in un salotto sorseggiando una tisana rilassante. Dalla semplice esperienza di aver preparato un piatto che ci ha soddisfatto, alla sofferenza per una certa situazione, al compiacerci per aver fatto una passeggiata salutare, al voler leggere alcuni versi che ci lasciano particolari emozioni; va bene tutto ciò che si può condividere e tutto ciò che ci riguarda personalmente. Stiamo dentro un esperimento, un gruppetto di pazienti che vuole aiutarsi attraverso la condivisione; riuscire in questo intento dipende da tutti noi, proviamo.

NarrAzione – Laboratorio di Teatro e Scrittura
con Maria Teresa Berardelli. Gli incontri, a cadenza settimanale e della durata di novanta minuti, sono suddivisi in due parti. Nella prima parte si lavora su un riscaldamento, necessario a creare un linguaggio condiviso e ad entrare all’interno di una dimensione ludica, indispensabile nella pratica teatrale. Nella seconda parte si fa un lavoro più specificamente legato alla scrittura. A partire da spunti poetici, letterari, o di altro tipo, si lavora su un tema su cui concentrare di volta in volta la propria sperimentazione. La
scrittura, pur essendo libera e seguendo l’urgenza creativa di ogni singolo membro del gruppo, è
finalizzata alla costruzione di brevi storie e si focalizza sull’azione, più che sulla narrazione,
essendo essa il fondamento della scrittura teatrale.

Laboratorio di MUSICOTERAPIA (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
Il laboratorio di musicoterapia sarà incentrato sui modelli di musicoterapia ricettiva e improvvisativa. Il primo basato sull’ascolto di musiche registrate, il secondo sull’ improvvisazione strumentale e vocale. I pazienti saranno costantemente chiamati ad essere parte attiva nel setting, vivendo con l’ascolto e producendo personalmente il loro ritmo musicale, ritmo che, secondo le possibilità residue, permette raffinare e trovare un passo simmetrico e un senso dell’equilibrio.

ASPETTI PSICOLOGICI
È un percorso con cadenza settimanale incentrato sulla persona attraverso la conoscenza della sua storia
personale, i suoi obiettivi, i punti di forza e di debolezza. Il cuore del programma è il far parte di un gruppo: il gruppo ascolta, parla, si confronta, lavora insieme. Si lavora con il gruppo e per il gruppo. Un percorso di conoscenza del sé, di elaborazione dei pensieri, delle emozioni e dei comportamenti in un’ottica di ascolto emotivo e di comprensione, si trattano argomenti come la depressione, l’ansia, i disturbi del controllo degli impulsi, il ritiro sociale, il rapporto paziente- caregiver guidando il paziente e la sua famiglia attraverso interventi mirati volti ad un equilibrio psico-fisico e di benessere emotivo.

STIMOLAZIONE COGNITIVA (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
La Stimolazione Cognitiva è un programma intervento che rientra negli approcci riabilitativi finalizzato al mantenimento e al potenziamento delle funzioni cognitive residue, cioè quelle che la malattia ha risparmiato, e al rallentamento del decadimento cognitivo. Gli incontri avranno cadenza settimanale, i pazienti saranno suddivisi in gruppi e sottoposti a specifici compiti creati ad hoc per il potenziamento delle funzioni cognitive (memoria, attenzione, linguaggio, funzioni prassiche e visuo-percettive, funzioni esecutive). La varietà degli stimoli, il ripetutoesercizio cognitivo, il coinvolgimento in attività stimolanti concorrono a rinforzare la Riserva Cognitiva.

ARTETERAPIA (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
Il corso di Arteterapia aiuta ad esprimere se stessi attraverso il segno. Gli obbiettivi sono quelli di allenare la motricità fine attraverso l’utilizzo degli attrezzi specifici delle belle arti e del bricolage, pennelli, matite, forbici, pasta modellabile, e sviluppare una libertà espressiva, personale e individuale lontana dai canoni del bello o del ben fatto, che segua semplicemente le necessità comunicative del singolo e che punti ad appagare la necessità creativa.

MEDITARE INSIEME
Appuntamento mattutino con un gruppo di meditazione online il lunedì mercoledì e venerdì dalle 7:15 alle 7:30. La pratica è aperta a tutti ed è guidata da Andrea Spila

LETTURA ad alta voce
Antonia legge un libro, un racconto ci riporta all’infanzia quando la voce di un adulto ci tranquillizzava e ci portava in luoghi incantati e fantastici. La lettura di gruppo è una condivisione di emozioni: felicità, tristezza, divertimento, la lettura ci permette di riflettere e porci domande su questioni della vita, ci fa vivere, sognare altre vite uscendo dal quotidiano, aiuta la nostra memoria, il nostro umore e la nostra relazione con gli altri.

FISIOTERAPIA (da quest’anno l’attività è solo in presenza)
Si compone di una serie di esercizi specifici che possano andare incontro alle diverse esigenze dei pazienti, spesso molto differenti sul quadro dei sintomi. L’obiettivo è allenare quelle capacità e quei movimenti più compromessi. Gli esercizi proposti sono quindi costituiti da stimoli efficaci che mirano al rallentamento di sintomi cardini della patologia come la rigidità, la bradicinesia, il tremore e l’instabilità posturale. In più il movimento produce molti effetti benefici sul piano dell’umore, viene quindi ad essere coinvolta anche la sfera e l’aspetto emotivo spesso compromesso.

Video dall'Ospedale Virtuale

Dicono di noi:
ADNKronos – Intervista al Dott. Nicola Modugno
LA STAMPA – Intervista a Luca Berti
TG Molise
La medicina partecipativa – Visioni del futuro (dott. Nicola Modugno)
Dove Mi Curo – Intervista al Dott. Nicola Modugno

Segnaliamo la possibilità di fruire di seminari in lingua inglese prodotti dalla PMD Alliance (Parkinson & Movement Disorder Alliance) su varie problematiche relative al Parkinson: clicca qui